Qual è la temperatura ottimale della CPU?

La CPU è il Processore di un Computer, cioè il chip che processa tutti i calcoli che fanno funzionare il sistema operativo, tutti i componenti collegati ad esso ed i programmi in funzione. Per fare tutti questi calcoli la CPU consuma molta energia e di conseguenza produce anche molto calore.

Il Calore è però anche in grado di danneggiare e rallentare il computer e va quindi evitato. Propria per questo tutti i PC e anche quasi tutti i Portatili hanno un sistema di raffreddamento per mantenere la CPU ad una temperatura Ottimale.

La Temperatura ottimale?

Quando il Computer è semplicemente acceso senza fare lavori e calcoli intensi la temperatura ottimale è tra i 30°-50°C.

In condizioni ottimali e utilizzo normale la temperatura rimane sotto i 60°C.

Quando invece il Computer è in funzione intensa, ad esempio durante un Video Gioco o processi di rendering o calcoli di elevata capacità, la CPU di solito si riscalda fino a raggiungere i 60°-85°C.

Le CPU moderne riescono a raggiungere anche oltre i 90° per periodi brevi, ma non si dovrebbe mai superare i 100°C.

E comunque tutti i processori hanno dei meccanismi di protezione per cui la CPU viene semplicemente spenta se si raggiungono livelli che potrebbero creare danno.

Come Controllare e monitorare la Temperatura della CPU?

Il computer ha dei sensori interni che monitorano in continuazione la Temperatura. Bisogna però accedere alle impostazioni BIOS/UEFI per visualizzarne i valori. In alternativa è possibile installare ed utilizzare l’applicazione Gratuita “Core Temp“.

Come abbassare la Temperatura della CPU?

  1. Utilizzare sistemi di raffreddamento migliori o aggiuntivi. Se la CPU è troppo calda potrebbe essere che il sistema di raffreddamento non è abbastanza efficace. potrebbe essere utile sostituire il dissipatore con uno nuovo e più potente. In caso di un portatili è ad esempio molto utile l’utilizzo di ventole esterne o base di raffreddamento.
  2. Pulire le Ventole. Con il tempo le ventole si riempiranno di polvere è quindi necessario aprire il PC o il Portatile e liberare le ventole da eventuale sporcizia.
  3. Non bloccare le ventole durante l’utilizzo di un Portatile. E non utilizzare una base troppo isolante e calda (ad esempio appoggiando il portatile sul letto).
  4. Utilizzare impostazioni correte consigliate dal produttore della CPU. Se si tratta di un PC fai da te; potrebbe essere che il surriscaldamento è dovuto al Overclocking, un metodo manuale per aumentare le prestazioni del processore.
  5. Regolare la velocità delle ventole manualmente. Il sistema di raffreddamento è un processo automatico del computer. Esistono però anche delle applicazioni come ad esempio “SpeedFan” per regolare le ventole manualmente, mettendole sempre in funzione al massimo per raffreddare meglio la CPU.
  6. Controllare che non ci siano Malware o Virus che fanno lavorare la CPU riscaldandola.