Spiare il traffico internet di una rete wifi condivisa – monitorare i pacchetti dei siti visualizzati

spiare traffico internet di una rete wifi

spiare traffico internet di una rete wifi

Oggi giorno chiunque utilizza un Router per connettersi ad internet, la cosa che molti però non sanno è che: tutte le persone in grado di accedere alla linea wifi/wireless o Lan possono controllare l’intero traffico internet che passa dal router. Sono quindi in gradi di intercettare tutti i siti visitati e persino le password.

Spiare gli altri purtroppo non è molto complicato, esistono infatti dei programmi, denominati di “Sniffing/ Snarfing“, in grado di controllare e visualizzare in tempo reale i siti digitati da altri computer connessi contemporaneamente alla stessa linea.

Monitorare il traffico di qualcun altro senza il suo permesso è pero ASSOLUTAMENTE ILLEGALE ED UN REATO. Anche dal punto di vista morale è qualcosa che semplicemente non si fà. E propria per questo motivi vi spieghiamo ora come proteggersi.


Come Proteggersi:

Utilizzare protocolli sicuri SSL/TLS per accedere a siti con password:

Non dovreste mai fare il login da una pagina “non sicura”. Una pagina sicura la si riconosce dal prefisso ”https:// ” nella barra degli indirizzi (non sicura = “http://“). In questo modo non è possibile intercettare la password; dato che si tratta di una connessione criptata a 128bit. Nella versione standard molti siti utilizzano la conessione normale e quindi non criptata; ma molti danno a disposizione anche la versione sicura. Ad esempio se volete utilizzare facebook da una conessione pubblica condivisa, dovreste sempre andare sulla pagina con la “s” (secure) : https://www.facebook.com/ – per non farvi craccare il profilo.

SSH Tunnel e proxy:

Un metodo più professionale per nascondere l’intero traffico è l’ SSH Tunneling cioè creare un specie di tunnel criptato (da una determinata porta ): rendendo lo sniffing molto difficile.  più informazioni qui o pure cercando su google.

Server VPN:

Altro metodo è quello di installare ed utilizzare un Virtual Private Network Server (VPN) su un computer a casa vostra, con una connessione sicura e non monitorata. Se poi avete la necessità di collegarvi ad una rete pubblica a rischio “sniffing” potete utilizzare la connessione VPN per accedere al pc di casa e navigare in modo più sicuro.

Su internet è possibile trovare anche dei servizi VPN  professionali a pagamento (e provarli anche Free con delle limitazioni). Ad esempio Cyberghostvpn.com, che offre 1GB di traffico gratuito.



Post scritto il 7 febbraio, 2013 - in Categoria : Hacker, Sicurezza informatica.

Lascia un Commento